DJI_0011-Edit.jpg

IL MONTE ALTISSIMO

E MICHELANGELO

 

“Di grana unita, omogenea, cristallina, ricorda lo zucchero”, queste erano le parole con cui Michelangelo Buonarroti descriveva il marmo del Monte Altissimo,
vetta delle Alpi Apuane che domina la Versilia.

Snapshot 2021-11-16 11.42.23.jpg

Da Seravezza lungo un'impegnativa salita su mulattiera attraverseremo Giustagnana
fino ad arrivare ad Azzano, paese che sorge ai piedi del monte Altissimo.

DJI_0002_edited.png

Saliremo poi lungo la via marmifera che porta alle cave, una strada sterrata ricavata sul fianco della montagna, in alcuni tratti letteralmente intagliata nella roccia.
Attraverseremo vecchie zone di lavoro, punti panoramici,
sotto spettacolari pareti verticali di marmo bianco accecante.

Snapshot 2021-11-16 11.45_edited.jpg

A 1100 metri di altitudine troveremo la cava della Macchietta dove è evidente la durezza del lavoro dei cavatori che si svolgeva in pareti rocciose, lastroni,
lizze e sentieri di collegamento scalpellati nella roccia.

Snapshot 2021-11-16 11.47.24.jpg

Cento metri più in alto si trova la cava storica Tacca Bianca,

raggiungibile solo a piedi salendo una scala metallica verticale agganciata alla parete di marmo

e percorrendo poi un ripido sentiero lungo una via di lizza scavata nella roccia; 

il percorso è protetto da un cavo d'acciaio in quanto a tratti è esposto.

Snapshot 2021-11-16 11.46.07.jpg

La discesa avverrà lungo la stessa strada che dovrà essere affrontata con molta cautela
in quanto è una via di cava, priva di protezioni, a strapiombo sul fianco della montagna.

Snapshot 2021-11-16 11.47.48.jpg

Arriveremo fino alla Cappella, l'antica pieve romanica di San Martino, straordinaria chiesa dove anche Michelangelo aveva lavorato e probabilmente scolpito il rosone che l'adorna.

YUN00029-Edit.jpg

Scenderemo lungo la mulattiera che attraversa l'area archeominerararia delle Cave storiche del Bardiglio Cappella risalenti al XVII secolo; attraversato il paese di Fabiano imboccheremo una mulattiera immersa tra i castagni che porta a fondovalle, da dove torneremo indietro.

C0522853.JPG

Lunghezza: 40km

Dislivello: 1200m

Percorso: asfalto - via di cava - mulattiere

Difficoltà: impegnativo, difficile

Durata: 5-6 ore

• richiesto un buon allenamento per la lunga ed impegnativa salita.

• necessarie capacità tecniche ed esperienza in MTB per la discesa lungo la via di cava, con fondo di ciottoli smossi, a strapiombo sul fianco della montagna, senza protezioni.

• consigliato l'uso di E-MTB per chi non ha una buona preparazione.

_MG_8185-Edit.jpg

Quota di partecipazione:

1-2 persone € 150,00

ogni partecipante aggiuntivo € 30,00

Eventuale noleggio bici non incluso.

IMG_0862 copia.jpg